neeon
lunedì 26, 2022
  • lunedì 26, 2022
  • Via Martiri Fosse Ardeatine, 3, Velletri
Economy

Poste Italiane acquista“LIS” ( con il “permesso” dell’Antitrust).

post-img

Nasce così una realtà primaria nel mercato dei pagamenti elettronici.

Roma, 15 settembre 2022 – Poste Italiane S.p.A.), attraverso la propria controllata PostePay S.p.A. a seguito, ha perfezionato l’acquisizione di LIS Holding S.p.A. (“LIS”) da International Game Technology PLC (“IGT”). 

 

Il corrispettivo per l’acquisto del 100% del capitale sociale di LIS è stato  pari a700 milioni di euro inclusa la cassa netta disponibile concordata convenzionalmente pari a  70 milioni, come annunciato lo scorso 28 febbraio 2022. In qualità di partner commerciale di lunga data di Poste Italiane, LIS si avvale di una piattaforma paytech proprietaria e competenze distintive, nonché di un management team altamente qualificato ed è attiva nel mercato italiano dei pagamenti di prossimità attraverso una rete di circa 54.000 punti vendita convenzionati. 

 

LIS offre diversi  servizi tra i quali il pagamento di bollettini, carte di pagamento prepagate, ricariche di telefonia e vouchers, senza contare diverse  soluzioni per esercenti ed imprese. Fornisce inoltre una gestione integrata di tutte le attività di back-office del punto di vendita e dei servizi di pagamento e commerciali erogati ai clienti. 

 

Nel 2021 LIS ha generato un fatturato lordo di €228 milioni ed un EBITDA di 40 milioni e, nel primo semestre del 2022, un fatturato lordo di 132 milioni ed un EBITDA (+16% anno su anno) di 24 milioni. 

 

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha affermato: “L'acquisizione di LIS rappresenta la più rilevante operazione finanziaria di acquisizione nella storia di Poste Italiane, a testimonianza dell'impegno profuso ad aumentare la nostra quota di mercato nel segmento dei pagamenti in rapida crescita, rafforzando il posizionamento di PostePay come azienda leader nel settore paytech e contribuendo ulteriormente all'attuazione della nostra strategia omnicanale".

Post correlati

Chi siamo

Dopo una pausa di riorganizzazione, riprende le pubblicazioni l’Osservatore Internazionale, fondato nel 2013, giornale di notizie dal mondo e dall’Italia.Documentazione su fatti e notizie da tutto il mondo selezionati dalla redazione, corrispondenze dall’estero.